Reportistica Terzo Pilastro

La disciplina CRD, Capital Requirements Directive, recepita dalla Banca d’Italia con la circolare 263/2006 ed entrata in vigore dal 2007, stabilisce che le istituzioni finanziarie pubblichino dati relativi al capitale e al risk management in base alle regole del Terzo Pilastro.

Le regole che costituiscono il Terzo Pilastro

  • hanno lo scopo di migliorare la capacità da parte delle istituzioni finanziarie di definire e presentare l’adeguatezza patrimoniale nel suo complesso
  • introducono da parte delle banche l'obbligo di pubblicazione di informazioni riguardanti l'adeguatezza patrimoniale, l’esposizione ai rischi e le caratteristiche generali dei sistemi preposti all’identificazione, alla misurazione e alla gestione dei rischi di primo e secondo pilastro con l’obiettivo di rafforzare la disciplina di mercato.

Il suddetto rapporto per la nostra Banca è riportato di seguito:

 

La Banca d’Italia, con l’emanazione del 4° aggiornamento delle Disposizioni di Vigilanza per le Banche ( Circolare n.285/2013) ha introdotto un obbligo una tantum a carico delle Banche in relazione al quale le medesime sono tenute a pubblicare le seguenti informazioni: