Poiché il Regno Unito non è più un Paese membro dell’Unione Europea, in base agli accordi di recesso dalla UE, a partire dal 1° gennaio 2021 a tale Paese non è più applicabile la normativa dell’Unione Europea.

Restano invece in vigore le regole di funzionamento applicate ai Paesi dell’area SEPA, a cui il Regno Unito continua a partecipare. Pertanto, ai bonifici SEPA Credit Transfer (SCT) e agli addebiti diretti SEPA (SDD) da e verso il Regno Unito continuano ad essere applicate le regole di funzionamento dei pagamenti SEPA ma, poiché per questi pagamenti non è più applicabile il Regolamento Europeo n.  924/2009, a tali operazioni sono applicate le condizioni economiche previste per i pagamenti Extra SEPA, già indicate nei fogli informativi disponibili in filiale e nella Sezione “Trasparenza” del sito della banca nonché nei documenti di sintesi di cui il cliente può sempre chiedere una copia aggiornata.

Si ricorda infine che per l’esecuzione di tali pagamenti è necessario indicare informazioni aggiuntive ai sensi del Regolamento UE n. 847/2015, che dispone che per i pagamenti da/verso Paesi Extra UE siano indicati i dati completi dell’ordinante e del beneficiario.

In particolare i pagamenti inviati verso Regno Unito contengono anche:

- l’indirizzo completo dell’ordinante e del beneficiario
- il BIC (Bank Identifier Code) della banca del beneficiario

Gli stessi dati dovranno essere presenti anche qualora il pagamento, proveniente dal Regno Unito, sia a favore della clientela della Banca.

La mancanza o l´incompletezza di questi dati informativi aggiuntivi potrebbero comportare l’impossibilità di eseguire l’ordine di pagamento oppure ritardi nell’accredito dei fondi al beneficiario o il rifiuto della transazione da parte del prestatore di servizi di pagamento del beneficiario.

Qualora dovessero intervenire nuovi sviluppi o aggiornamenti sull´argomento, la Banca si riserva di fornire ulteriori indicazioni, rimanendo sempre a disposizione della clientela per maggiori informazioni e chiarimenti.

Lavello 18.03.2021

PROCEDURE CONCORSUALI: PAGAMENTO A DISTANZA DEI MANDATI

La Presidente della Sezione Civile Ufficio Fallimento del Tribunale di Potenza, d.ssa Licia Tomay, ed il Presidente della BCC Gaudiano di Lavello, dr. Michele Abbattista, hanno sottoscritto un Accordo che prevede il pagamento dei mandati relativi alle procedure concorsuali attraverso la trasmissione degli stessi su appositi indirizzi PEC dedicati, aperti sulle singole filiali della BCC. La Cancelleria del Tribunale darà avviso al curatore circa l’avvenuta emissione del mandato, specificandone l’importo ed il beneficiario.

La “Banca del Melfese” continua così a dare testimonianza del suo essere ente creditizio funzionale alle esigenze del territorio, favorendo la semplificazione e la sicurezza della operatività delle Istituzioni lucane.

L’importante Accordo soddisfa la necessità di velocizzare le procedure, oltre che  concretizzare  una gestione del flusso dei mandati di pagamento con modalità connesse all’emergenza Covid 19 e quindi coerente con la nota P8067/2020 del CSM, tesa ad evitare contatto fisico tra i soggetti interessati (cancelleria - curatore – operatori bancari).

Per la realizzazione dell’intesa, particolare attenzione è stata prestata dalla responsabile del Cancelleria, d.ssa Angela Caccavo, dalla struttura di Direzione della BCC e dallo Studio del dr. Vincenzo Moccia, noto curatore e commissario giudiziale del Tribunale lucano.

10/11/2020

Sottocategorie